sabato 28 febbraio 2015

adc per sismologia

Data Loggers 
adc per sismologia
con schema elettrico



Ogni Scuola NSW ha avuto registratori di dati per circa quattro anni.

Purtroppo come un sacco di nuove tecnologie nelle scuole questi sono spesso sottoutilizzati.

La maggior parte delle insegnanti di scienze hanno completato corsi "inServizio" a loro uso e la maggior parte di loro possono usare per registrare temperatura o tensione nel tempo come una dimostrazione, ma i data logger sono molto raramente utilizzato in un ruolo in corso all'interno delle classi normali. Un data logger è la perfetta interfaccia A / D per un sismografo per la connessione a un computer nel corso di settimane o mesi.

venerdì 27 febbraio 2015

I MICROCONTROLLORI & PIC


foto da Theremino.com

il microcontrollore è un pc di piccolissime dimensioni costituito da ram, eprom, memoria di massa, porte di comunicazione usb, porte com, eternet, senza fili, possibilità di aggiungere monitor , tastierini, lettori usb e dotato da adconverter da usarli come acquisitore dati.


Nel prossimo futuro sarà il sistema di acquisizione più economico e utilizzato in tutti i campi scientifici, professionali, e per gestire l'automazione delle case dove viviamo....

dove acquistarli e a che prezzo, compreso eventuali accessori e sensori...

www://thereminostore.com

giovedì 26 febbraio 2015

Test 12 - HVSR E MICROTREMORI Parco Urbano 2

Test  12: Acquisizione sperimentale HVSR:

Questo test compara due sondaggi eseguiti : 
- il primo con vento e la meccanica dello strumentazione ancora carente, 
il secondo con una brezza di mare  
per capire quali possono essere le ripercussioni meteo sui risultati ottenibili con l'HVSR. 

SI VUOLE FAR NOTARE CHE LA MECCANICA DEL GEOFONO 3D/ACQUISITORE  è ANCORA UN VECCHIO PROGETTO GIA' SUPERATO.


Comune: Imperia
Località: Parco Urbano 2 e 2 bis
Nota: n° 2 prove  una eseguira con vento di 5 - 8 nodi la seconda con brezza di mare 2 nodi circa
N ° Canali attivati ​​3
Asse considerato XYZ
Frequenza di campionamento 500 hz
Filtro hardware: Filtro banda passante tra 0,2 - 100 hz circa
Gain: 15.000 x , step minimo considerato 0,000.000.1 volt

I due sobndaggi sono stati fatti in date differenti.

sondaggio 1) 
Durata Acquisizione 30 Minuti
Segnale Utile 4,00 minuti circa con Bad sample threshold 40% ( elevato )
Senza piastra con scatola fissata al terreno con 2 punte per circa 2 cm (vecchia soluzione)

sondaggio 2) 
Durata Acquisizione 30 minuti
Segnale Utile sondaggio 1 circa 4 minuti, sondaggio 2; sondaggio 2 superiore a 20 minuti

Modello acquisitore sondaggio 2):Con piastra e 3 spikes piantati nel terreno per 4 cm (Nuova soluzione PROTOTIPO 2)


Quest'ultima soluzione permette di aumentare il peso del blocco rilevatore acquisitore da kg 0,700 a kg 2,600  riducendo "l'effetto vela" sull'acquisitore  grazie alla maggior massa del sistema. 

Frequenza propria della geofono 4,5 hz


1) condizioni meteo : sondaggio 1)presenza di vento (scala 1: 10) = 4

2) Traffico non elevato ma presente, rumore esercitato dal corso torrentizio 

1) condizioni meteo : sondaggio 2) presenza di vento (scala 1: 10) = 2
2) Traffico lontano, passaggio di persone, biciclette e gioco a palla  nelle ficinanze, lontano depuratore cittadino 


Attendibilità della prova: sondaggio 1)  non attendibile in termini di ampiezza HVSR, non  attendibile in termini di frequenza di risonanza al di sotto dei ,5 compreso il picco di risonanza. hz.



Attendibilità della prova: sondaggio 2)  Attendibile.


Modello acquisitore  1) Senza piastra, piantato con 4 puntali per circa 2 cm nel terreno 
Modello acquisitore  2): con piastra da 2kg in ferro, senza spikes posata sul prato.

Filtraggio applicato hardware 0,50 - 100 Hz circa
Acquisitore utilizzato:  Theremino

Stratigrafia tipo:
Riporti limosi sabbiosi ciottolosi argillosi eterogenei - zona emersa
Riporti limosi sabbiosi ciottolosi con trovanti e massi - zona tra 0  e - 3/-4 metri
Sabbie fino al substrato rocciosa
Substrato roccioso calcareo marnoso
Sondaggio 1) 
con vento 4 (scala 1/10)
( geofono 3 D vecchio tipo scatola con 4 punzoni infissi nel terreno per  per 2 cm)

 Figura 1) HVSR caso con vento

Come si vede il vento da 3 hz a 30 hz non ha grosse ripercussioni sulla qualità del segnale, al di sotto dei 3 hz l'azione del vento sulle componenti orizzontali asse XY si fa sempre maggiormente sentire andando verso le più basse frequenze. 

Le azioni del vento sulle componenti orizzontali X, Y si sommano a quelle dei microtremori generano segnali più perturbati, sull'asse verticali l'azione del vento è meno negativa; lazione  negativa non è stata positivamente contrastata perr le primiva meccanica ( prototipo 1, quattro punzoni, dimensioni piccole , leggerezza del sistema ( 800 gr)  e il tutto posizionato su un tappeto erboso.

sondaggio da considerare NON BUONO.

Da notare la scomposizione in due picchi del segnale

 Figura 2) HVSR schematico - caso con vento

L'azione del vento sulle componenti orizzontali genera rapporti HVSR maggiori di quelli che vengono esercitati in assenza di vento, (nel nostro caso evidenti al di sotto dei 3 Hz), di conseguenza il rapporto HVSR tende ad aumentare rendendo illeggibile i e non affidabile il tratto di sondaggio interessato.

La maggior evidenziazione di questo fenomeno è maggiore nel tratto di segnale al di sotto dei 4,5 Hz (frequenza propria del geofono utilizzato) in quanto procedendo da 4,5 hz verso 0,5 hz si ha una riduzione di ampiezza sei segnali a causa dell'effetto filtrante dei geofoni facendo esaltare maggiormente l'effetto del vento.

In coincidenza di vento di entità superiore si può avere un segnale totalmente illeggibile anche nelle frequenze superiori a 4,5 hz.

Anche la presenza di fue pocchi vicini tra 2 -2,6 hz è dobuta al vento e probabilmente la presenza di un albero nelle vicinanze.

Sondaggio 2) 
con vento 2 (scala 1/10)
( geofono 3 D nuovo tipo scatola posizionata su piastre con 3 punzoni infissi nel terreno per 5 cm cm nel terreno PROTOTIPO 2)

Confrontando i due sondaggi si può vedere quanto può cambiare l'aspetto del segnale in condizioni di vento diverse specialmente sotto le frequenze a 4,5 hz.

( il picco è alto 8 inqunto erroneamente è statoa utilizzata l'opzione  TOTAL HORIZZONTAL ENERGY invece di  SQUARED AVERAGE come il caso precedente , in tal caso l'ampiezza dell'hvsr di picco sarebbe stato di quasi 5)

In questo caso ha inciso anche la meccanica della scatola del geofono 3D.

Per impossibilità di eseguire il nuovo sondaggio nello stesso punto a causa della presenza di persone il nuovo sondaggio 2) è stato rifatto leggermente spostato a NW do circa 30 metri quindi con il substrato meno profondo di solo qualche metro in condizioni di vento migliore.


Notare l'andamento in fase degli spettri iesimi colorati in particolare tra 2 e 3 hz delle oltre 20 trecce selezionate sono tutti in fase. 


La visualizzazione del segnale H schematica evidenzia ancora di più la qualità del segnale nonostante la presenza di una brezza di mare non rafficata, le onde che si frangevano e un gruppo di persone che giocavano al pallone a meno di 40 metri di distanza , che come succede spesso al termine del sondaggio raccolto il pallone se ne sono andati via !!!!!

mercoledì 25 febbraio 2015

MANUALE SOFTWARE ESAC


MANUALE SOFTWARE ESAC 
(EXTENDED SPATIAL AUTO - CORRELATION)

Ing. Vitantonio ROMA

www.Masw.it


Il fine di questo sintetico manuale è di dare le indicazioni basilari su come usare il software ESAC e alcuni suggerimenti per ottenere un risultato ottimale.

Sono quindi omessi i fondamenti teorici del metodo, che saranno inseriti in un apposito capitolo del Libro “Caratterizzazione Geotecnica Sismica dei Suoli con il metodo MASW”, che è anche il manuale del software MASW ed è disponibile gratuitamente in pdf sul sito www.masw.it


Esempio di sovrapposiziodi traccia ESAC linee e punti verdi sulla traccia MASW linee e punti rossi,  si può notare il maggior numero d'informazioni ESAC rispetto al MASW  negli strati più profondi al di sotto dei 5-10 HZ .

Metodo ESAC in sintesi 


metodo ESAC è una estensione del metodo SAC (Spatial Auto-Correlation) proposto da AKI nel 1957. Nel metodo SAC i sensori sono disposti in circolo, nel metodo ESAC la configurazione può essere qualunque, anche se nella pratica si usano le seguenti forme: L, T, +, X, triangolo, rettangolo. 

Il metodo ESAC può essere utilizzato per determinare la velocità di fase apparente o effettiva delle onde di Rayleigh a partire dalla misura del rumore ambientale. Dato che il rumore ambientale è in genere caratterizzato da onde a basse frequenze (<10-15Hz), la velocità di fase apparente fornita dal metodo riguarda le basse frequenze e quindi gli strati di terreno o roccia più profondi. In tal senso il metodo ESAC, così come il metodo ReMi, è complementare al metodo MASW attivo eseguito con sorgenti attive comuni (mazza o tripiede con grave). Occorre però evidenziare che il metodo ESAC è da preferire rispetto al metodo ReMi perché offre una curva di dispersione sperimentale ottenuta in maniera oggettiva, contrariamente a quanto avviene nel metodo ReMi, che prevede un picking soggettivo del Professionista della curva di dispersione a partire dallo spettro ReMi nel dominio f-k (frequenza-numero d’onda) oppure f-p (frequenza-lentezza). 

martedì 24 febbraio 2015

multimedia THEREMINO


quello che si può fare con Theremino....


Costruire un vero Theremin con meno di 50 Euro

NEL SITO SI LEGGE:
…si prende una antenna da una vecchia radiolina si collega qualche filo e il Theremin è fatto. E non si deve nemmeno essere programmatori o progettisti elettronici. Basta usare i moduli hardware e software, tutti OpenSource, per ottenere gli strumenti musicali più strani e mai visti prima.

Per vedere Theremins suonati da veri professionisti guardate questi video:



Valutazione del potenziale di liquefazione






Un interessante articolo sul potenziale di liquefazione 
di Romolo Di Francesco

Il DM 14.01.2008 (paragrafo 7.11.3.4) e successiva Circolare esplicativa n. 617/2009 (paragrafo C7.11.3.4) impongono che sia valutata la stabilità nei confronti della liquefazione mediante il ricorso a metodologie analitiche o a carattere semiempirico...........

domenica 22 febbraio 2015

Test 11 - HVSR E MICROTREMORI - Imperia - Zona Terre Bianche

Test11: Acquisizione sperimentale HVSR:




Comune: Imperia
Località : Zona Terre Bianche

N° canali attivati 3
Asse considerato XYZ
Frequenza di campionamento 500 hz

Durata acquisizione 20 minuti
Segnale utile 6 minuti circa

Frequenza propria geofono 4,5 hz

1) Condizioni meteo: presenza di vento ( scala 1: 10 ) = 3 ad intervalli di qualche minuto causa di movimento fronde alberi e relativo tronco e apparato radicache.

2) Traffico : assenza di traffico

3) Rumori assenti

Il geofono 3d è posizionato su un suolo soffice limoso infisso nel terreno per circa 4 cm

Attendibilità della prova: buona, anche se il segnale utile rappresenta solo 1/3 del totale di 20 minuti a causa del rumore dovuto al vento e dalla folta presenza di alberi.

Filtraggio applicato hardware 0,50 - 100 hz circa

Filtraggio software 0,50 - 100 hz

Acquisitore utilizzato: Theremino

versione obsoleta senza piastra con 4 punzoni sotto la scatola 3D ( versione old ) non aatta in condizione di vento anche minimo)

Anche il software di acquisizione si limitava a trattare come valore minimo il microvolt, mentre nelle ultime versioni il programma sfrutta il decimo di microvolt visto che il segnale si può considerare stabile fino a 200 nanovolt.

Quando è possibile è meglio non eseguire sondaggi tra gli alberi e con la presenza di vento, in questo caso comunque il dato finale è leggibile, il valore Hv è stato incrementato dal vento di un fattore di almeno 0,5 HVSR in aumento

Stratigrafia tipo presunta:

- terreno agricolo superficiale. 

- conglomerato piocenico ( pochi metri ).

- livelli sabbiosi argillodi regressivi

- livelli marnosi argillosi ingressione marina

- substrato roccioso con calcari marnosi e marne calcaree.





figura 1) grafico HVSR


Il grafico si presenta  con alternanze di periodi con un vento diffuso costante alternato a periodi con maggior vento  al 1°,  6°, 7°, 13°, 14°,19°minuto.
La localizzazione del sondaggio non è sicuramente la migliore in quanto il sito si trova in messo ad un folto numero di alberi di ulivi che generano con il tronco e radici un discreto rumore di fondo.

Come detto in altri casi questo sondaggio ha sofferto la presenza del vento a causa della meccanica del geofono 3d  costituito da una scatola Gevis e quattro punzoni inseriti nel terreno di soli 2 cm. La scatola sotto l'azione del vento genera  un effetto vela che amplificava l'azione orizzontale del vento provocando un aumento sensibile del rapporto HVSR specie a frequenze al di solo dei 4,5 hz quando il segnale viene a decadere a causa dell'effetto filtrante dei geofoni.
Tale problema / stato ridotto  con l'inserimento di una piastra di metallo sotto il geofono 3d e con l'allontanamento dei punzoni.

figura 2) grafico HVSR semplificato

L'andamento del grafico, conoscendo la stratigrafia del luogo, avendo in passato eseguito un rilevamento superficiale relativamente esteso dell'area ,si può interpretare nel seguente modo:

Quota di riferimento a m - 8 circa al ti sotto del punto più elevato della collina.

strato 1) picco a 70 hz - spessore 0,5 -1 metro è esattamente l'altezza del muro a secco  antistante riempito di materiale di riporto

Energizzatore SEV

Energizzatore  SEV
GEOELETTRICA


l'amico Giuseppe scrive:

Il mio nuovo energizzatore, regolabile da 8V a 350 Volt dc, limitato in corrente a 350 mA max. rendimento 80%.


sabato 21 febbraio 2015

Lezioni sulle onde sonore

Una interessante lezione sulle onde sonore
applicabile anche alle onde sismiche e microtremori






dal sito http://www.federica.unina.it/

venerdì 20 febbraio 2015

Capitolo 12) manuale datalogger - Menu di acquisizione

Menu di acquisizione

PROCEDURA di ACQUISIZIONE  HVSR


software superato dalla nuova versione per TEREMINO



La procedura è la seguente:


ATTENZIONE: prima di lanciare il programma se si ha intenzione di eseguire l'acquisizione dati occorre collegare il cavo della strumetazione con il PC



All'avvio il programma si presenta come in figura 1 , in alto si ha il seguente menu




HVSR gestisce l'acquisizione la taratura e la visualizzazione del sondaggio HVSR




ACQUISIZIONE HVSR permette di aprire la pagina di gestione dell'Aquisizione HVSR

- inserire il nome del sondaggio per salvare i dati nel file SAF che verrà salvato nella cartella del programma

- inserire il comune

- inserire la località

- inserire le note per caratterizzare meglio il sondaggio

- se non lo si è già fatto selezionare la porta com ,  cliccando sull'apposino menu fino a quando non si attiva il pulsante si acquisizione

- selezionare il tipo di trasduttore utilizzato; attualmente è selezionato il geogono, in futuro potranno essere selezionati anche gli accelerometri o altri trasduttori.


- selezionare la modalità di acquisizione:

  1. acquisizione senza visualizzazione - modalità utile per acquisizioni veloci ad elevata frequenza di acquisizione oppure utilizzo di pc lenti e obsoleti, il non dover visualizzare il segnale permette di concentrare le prestazioni  del microprocessore solo sull'acquisizione dati. ( se necessario p possibile attivare l'opzione di visualizzazione del segnale per vedere in post acquisizione il segnale acquisito.
  2. Visualizzazione del segnale acquisito  solo al termine dell'acquisizione , anche in questo caso stesse considerazioni fatte per il punto 1, con piccola attesa a fine sondaggio per visualizzare il sondaggio acquisito 
  3. Visualizzazione  a cicli di acquisizione, la visualizzazione del segnale sarà resa disponibile alla fine di ogni ciclo di acquisizione.
  4. ) modalità non amcora implementata per vedere il segnale acquisito in tempo realw.

- inserire il numero di campioni da acquisire, nelle prossime versioni sarà richiesto d'inserire la durata in minuti dell'acquisizione
Inserire il numero di cicli di acquisizione nel caso di Punto 4.

- cliccare sul pulsante di acquisizione e attendere la fine dell'acquisizione ( per il momento si ha solo la visualizzazione del grafico finale.



menu delle principali opzioni di acquisizione

giovedì 19 febbraio 2015

Comunita geocomm sul GIS


Benvenuti al GeoCommunity

La Geo Community ™ è il luogo per tutti coloro che si occupano di cartografia Geogra Information Systems (GIS), CAD, Mapping, basati sulla localizzazione. Utile a professionisti del settore, appassionati e studenti.

martedì 17 febbraio 2015

regione.emilia-romagna.it/geologia

Visitate:


Sito molto interessante per gli argomenti trattati



La scossa di ML = 5.9 del 20 maggio scorso ha causato vistosi effetti di liquefazione in alcune località del settore occidentale della provincia di Ferrara, localizzate in corrispondenza del paleoalveo del Reno, e, in minor misura, in alcune aree della provincia di Modena, localizzate lungo rami abbandonati del Panaro.

lunedì 16 febbraio 2015

PARTE 2° - Manuale GEOPSY - DINVER - HVSR - Metodo di Nakamura

Elaborazione GEOPSY - Opzioni preliminari per ottimizzare i dati acquisiti - Procedure opzionali                       ...




Questo capitolo è dedicato a particolari funzioni di geopsy da usare ad integrazione del calcolo dell'HVSR molto utili ottimizzare il segnale acquisito e per determinare le componenti in frequenza del microtremore visualizzandole in diverse modalità.
In particolare alcune di queste funzioni sono utili per discriminare le frequenze generate da variazioni stratigrafiche per determinare la frequenza di risonanza del terreno da quelle antropiche  ambientali - meteo o più semplicemente dai rumori antropici.

Geopsy è un programma molto complesso, modulare, tanti moduli sono utilizzati per operazioni analoghe su più applicazioni principali rendendo più semplice ed intuitivo l'apprendimento del software.
In questa fase ci limitiamo ad esaminare solo i moduli riguardanti l' HVSR 

In questa fase , per non complicare troppo il manuale non si prendono in considerazione opzioni e procedure per gestire al meglio i dati, i layer, certe opzioni grafiche e di stampa, saranno considerate in futuro quando saranno chiariti le priorità e notizie utili per svolgere una prima elaborazione.



Le icone del menu principale indicano le principali procedure eseguibili, è possibile selezionare altre opzioni secondarie ma altrettanto utili dal menu testuale costituito da

I PRINCIPALI MENU TESTUALI SONO I SEGUENTI

FILE
ESCI
VIEW
WAVEFORM
TOOLS
WINDOWS
 HELP


-------------------------------------------------------------------------
HVSR - SUPPRESS  DC

( FUNZIONE DA UTILIZZARE QUANDO LE TRACCE ACQUISITE HANNO UN ERRORE DI OFFSET ELEVATO )

La funzione Suppress DC permette di azzerare le tracce degli assi X,Y e Z acquisite con il tromografo permettendo di avere segnali simmetrici, che non sempre gli acquisitori permettono di avere a causa di problemi tecnici, tale scentratura aumenta con l'aumentare del numero di bit dell'ADC utilizzato.

Sia per una migliore presentazione grafica del segnale acquisito, sia per evitare di ottenere valori anomali nel rapporto HV si consiglia di eseguire sempre tale operazione prima di eseguire le normali operazioni per il calcolo HV.

Nella sottostante figura si può notare una leggera asimmetria del segnale acquisito, parte positiva (nero pieno - parte negativa traccia nera sottile), si vede chiaramente che il segnale positivi nero in ampiezza è meno alto rispetto a quello negativo.


Ciò è dovuto ad un offset errato  dovuto ad un errata taratura hardware - software del sistema di acquisizione e /o ad una non perfetta messa in bolla del sistema 3D.

Il problema è solo un problema grafico in quanto  l'offset  diverso da zero (se modesto) non produce gravi anomalie dell'FFT del segnale e conseguentemente  ne rapporto spettrale . 



Cliccare sil menu WAVEFORM  (menu testuale principale)
selezionare su SUPPORT DC


si aprirà una finestra con 2 opzioni come in figura:

La prima: MEAN VALUE - esegue automaticamente la procedura di azzeramento automatica - consigliata)

La seconda VALUE - permetti di alzare lo zero di taratura di un valore pari al valore che si inserirà nella finestra di input in modo manuale.




Ecco come apparirà il segnale così modificato, se si confronta il grafico con la prima figura si vedrà che le semionde positive hanno ampiezze simili a quelle negative ottimizzando e migliorando il grafico.
--------------------------------------------------------------------------------



FILTRAGGIO DEL SEGNALE
WAVEFORM FILTER

( FUNZIONE DA UTILIZZARE QUANDO LE TRACCE ACQUISITE PRESENTANO MOTTO RUMORE AMBIENTALE )

I cursori visibili in basso dell'immagine sottostante permetto di:

regolare in ampiezza il segnale acquisito
ingrandire  la finestra temporale
fare scorrere la finestra temporale

domenica 15 febbraio 2015

PARTE 1° - Manuale GEOPSY - DINVER - HVSR - Metodo di Nakamura

Elaborazione GEOPSY - Calcolo del grafico HVSR e determinazione della frequenza di risonanza del terreno e del fabbricato - Notizie preliminari


L'uso del programma  GEOPSY - DINVER

Il programma Geopsy - Dinver ed altri programmi possono essere scaricati gratuitamente da www.geopsy.org, queste pagine vogliono integrare il manuale del sito e indicare la sequenza  base d'inserimento dei dati sperimentali, e la procedura da seguire per ottenere il risultato finale per agevolare l'utente che vuole iniziare ad imparare ad usare il programma per l'elaborazione  si sondaggi HVSR.


Parte 1°
Elaborazione del dato HVSR fino al caricamento del file *.HV per l'elaborazione d
con DINVER ( Geopsy )
in costruzione


Dopo aver lanciato il programma di Geopsy cliccare l'icona Wiev  e il sottomenu a tendina File che permette di caricare un sondaggio archiviato sull' HD.

Dopo aver selezionato il file *.SAF cliccare sull'icona H/V  - ( 16 ° da sinistra della barra di comando )  e se non diversamente settati i parametri di visualizzazione  apparirà su monitor un'immagine simile a quella riprodotta  sotto:

 cliccare sull'immagine per ingrandirla

In alto a sinistra il grafico HVSR ancora da configurare e ripulire dai rumori antropici risulta molto stretto, la compressione del grafico non permette di vedere nei dettagli il segnale HVSR e il segnale compare  molto sporco da quasi la totalità dei rumori antropici che nascondono i segnali generati dai microtremori rendendo poco chiara la componente spettrale.

Nelle parte bassa della figura  si vede che il tre grafici asse z, x, y, dono quasi completamente selezionati compresi i rumori antropici , pertanto occorre di deselezionare con appositi pulsanti e settaggi le tracce che denotano la presenza di rumori ambientali  individuabili da una maggiore ampiezza del segnale acquisito

Nella finestra a destra  si possono vedere i valori di settaggio del menu di gestione da modificare per ottenere una migliore ottimizzazione del segnale.

Essendo la finestra Hvsr molto stretta  è consigliabile  allungarla per renderla più definita lungo l'asse delle frequenza in particolare come si vede dell'immagine sottostante.

cliccare sull'immagine per ingrandirla


Per modificare l'ampiezza dell'immagine del grafico HVSR occorre cliccare suli'immagine del grafico HVSR con il pulsante di destra del mouse fino a quando non si apre la finestra PROPRIETA' EDITOR (visibile nella figura precedente a destra )
Selezionare il sottomenu OBJECT 
cambiare le impostazioni   WINDTH ( 20 - 30 cm ) - HEIGHT  ( 10 - 15 cm )

Eseguita tale operazione il grafico ottenuto è maggiormente ingrandito e permette di visualizzare meglio il segnale HVSR ottenuto nei minimi particolari.

Se osserviamo la parte di sinistra  vediamo che a 1 hz probabilmente abbiamo un picco  hvsr troncato a sinistra, per poter vedere tutto il segnale fino a 0,5 Hz  è sufficiente selezionare la finestra H/V - TOOLBOX  
la sottocartela OUTPUT
e impostare FROM 0,5  TO 100  se si vuole visualizzare il segnale HVSR da 0,5 Hz e 100 Hz

cliccare sull'immagine per ingrandirla


Eseguite le operazioni precedentemente elencate  s'incomincia a vedere l'andamento di massima del segnale HVSR, in questo caso ancora costituito dai

sabato 14 febbraio 2015

MINERALI del Piemonte


Visitate:


Sito molto bello e completo


Il Piemonte e' sicuramente una delle regioni italiane piu' interessanti dal punto di vista mineralogico. Igranati della Val d'Ala, gli epidoti della Valle di Viu' o le piriti di Brosso e Traversella, sono solo alcuni dei minerali caratteristici di questa regione e famosi in tutto il mondo per la loro bellezza. Enorme poi la varieta' dei minerali presenti che vanno dallosmeraldo della Val Vigezzo, all'oro di Alagna ( e dei fiumi ), alle rarita' mineralogiche di Brosso eTraversella . Campioni di questa regione sono presenti nei musei di tutto il globo. In realta' parlare solo del Piemonte non sarebbe propriamente corretto, data la continuita' geologica con la vicina Valle D'aosta ed in generale con l'arco Alpino. Ma abbiamo scelto comunque di parlare solamente di questa regione, per poterci meglio concentrare su specifiche localita' di ricerca. Da questa sezione e' possibile selezionare l'elenco dei minerali di cui sono presenti descrizioni e foto.

giovedì 12 febbraio 2015

mercoledì 11 febbraio 2015

Catalogo terremoti online Earthquake Catalogs

visitate


TERREMOTI ON LINE in tempo reale


Rete Sismica
sismografo ADC 24 bit
In questa pagina si raccolgono le stazioni sismiche  della rete 

THEREMINO - DOLFRANG


----------------------------

altro link utile


http://earthquake.usgs.gov
terremoti online


Google Earth Files for Earthquake Catalogs


tutti i terremoti dal 1973 a oggi su GoogleEarth


NetQuakes finds a home in Napa.
NetQuakes: Monitoring Earthquakes with Help from the Crowd

Eric Blattberg of Crowdsourcing.org views the NetQuakes program as Citizen Science.

Timothy Oleson for Earth Magazine profiles an enthusiastic NetQuakes volunteer and discusses the scientific significance of the seismometers.

Obtaining timely earthquake information has become easier with interactive earthquake maps and NetQuakes, a citizen-science program that helps scientists to understand ground shaking caused by earthquakes.

The USGS is trying to achieve a denser and more uniform spacing of seismographs in select urban areas to provide better measurements of ground motion during earthquakes. These measurements improve our ability to make rapid post-earthquake assessments of expected damage and contribute to the continuing development of engineering standards for construction.

To accomplish this, we developed a new type of digital seismograph that communicates its data to the USGS via the internet. The seismographs connect to a local network via WiFi and use existing broadband connections to transmit data after an earthquake. The instruments are designed to be installed in private homes, businesses, public buildings and schools with an existing broadband connection to the internet.
View Data

The most recent triggered activity at each seismograph is available online.
Sign Up

Over the next several years we hope to deploy many more of these seismographs in several urban areas. We are collecting names and addresses of people who are willing to host one of these seismographs so that as they become available, we will be able to place them in the most effective locations.

The NetQuakes seismographs access the internet via a wireless router connected to your existing broadband internet connection. The seismograph transmits data only after earthquakes greater than magnitude 3 and otherwise does not consume significant bandwidth.
FAQ

Traduzione automatica :

martedì 10 febbraio 2015

Capitolo 11) manuale datalogger - procedura di taratura

PROCEDURA di TARATURA 
del sistema di acquisizione

Un vecchio software ormai superato

Figura 1

Si passa ora a descrivere le operazioni necessarie al primo utilizzo del sistema per operare la taratura sel sistema, questa operazione  va ripetuta anche quando si modificano i settaggi hardware e periodicamente per verificare l'affidabilità del sistema.



ATTENZIONE: prima di lanciare il programma se si ha intenzione di eseguire i test di taratura strumentale occorre collegare il cavo della strumetazione con il PC

La procedura è la seguente:

All'avvio il programma si presenta  come in figura 1 , in alto si ha il seguente menu



HVSR  gestisce l'acquisizione la taratura  e la visualizzazione del sondaggio HVSR




ACQUISIZIONE HVSR  permette di aprire la pagina di gestione dell'Aquisizione HVSR  e tra le svariate opzioni permette anche di attivare le operazioni di taratura del sistema di acquisizione

venerdì 6 febbraio 2015

Test 10 - HVSR E MICROTREMORI - San Bartolomeo al Mare.

Test 10: Acquisizione sperimentale HVSR:

Comune: San Bartolomeo
Località: pista Go Kart
Nota: prova eseguita Sulla sponda orografica del torrente Cervo Destra

N ° Canali attivati ​​3
Asse considerato XYZ
Frequenza di campionamento 500 hz

Durata Acquisizione 30 Minuti
Segnale Utile 5,30 Minuti circa
Frequenza propria della geofono 4,5 hz

1) avere visionato meteo: presenza di vento (scala 1: 10) = 2

2) Traffico non elevato ma presente, rumore esercitato dal corso torrentizio 

3) Il geofono 3D e posizionato su un suolo ciottoloso sabbioso limoso, infisso a due centimetri
Attendibilità della prova: di buona attendibilità
Filtraggio applicato hardware 0,50 - 100 Hz circa
Software di filtraggio 0,50 - 100 hz
Acquisitore utilizzato:  Theremino
Modello senza piastra, con 4 punte piantate nel Terreno (vecchio modello)

Stratigrafia tipo:
Riporti limosi sabbiosi ciottolosi eterogenei,
Probabili sedimenti pliocenici
Substrato roccioso calcareo marnosi

download del sondaggio

Un grazie al Dott. Geol. Gianni Amantini per l'ottima elaborazione dei dati eseguita.

CRITERI SESAME PER UNA CURVA AFFIDABILE
Tutti e tre abbondantemente superati che dimostrano una ottima risposta del sistema di acquisizione già evidenziato con sperimentazione in laboratorio e sul campo.
Valore primo     criterio è > 0,42 - verificato con il valore 3.0
Valore secondo criterio è > 200  - verificato con il valore di 2369 ( non ben leggibile )
Valore terzo      criterio è = 2  per tutto l'intervallo - il valore rientra  nel campo di verifica di tale parametro

CRITERI SESAME PER UN PICCO HV CHIARO
4° - 5° punto non superato a causa elle presenza di due picchi affiancati  il primo più superficiale dovuto alla presenza di una probabile coltre pliocenica / quaternaria e il sottostante calcare marnoso calcareo che rendono il picco finale molto largo, in tutti i casi il fatto del non superamento dei 2 criteri su 6 è dovuto a problematiche stratigrafiche , prossimamente inserirò altre prove  con picchi costituiti da picchi HVSR singoli e netti tra coltri e substrato calcareo.  

Figura 1)   Grafico HVSR

Il grafico HVSR SI presentazione relativamente mosso, rapporto HVSR massimo = 4,5 circa a 2,7 hz

Stratigrafia:

a Hz> 16 - profondità 0 a 2 m. circa terreni rimaneggiati ghiaiosi ciottolosi sabbiosi

tra 10-16 hz - profondità 2 - 6 m. circa materiali alluvionali prevalentemente ciottolose

tra 7.0 - 10.0 hz - profondità 6 -9 m. circa probabile presenza di sabbie

tra 3.1 - 7.0 hz -profondità 9 -24 metri circa - probabile presenza di sedimenti pliocenici coesivi

a 2,7 hz - frequenza di risonanza massima del terreno - corrispondente alla profondità 29 m. circa presenza di substrato calcareo marnoso 

tra 1-2,4 hz > Substrato calcareo marnoso profondità maggiori di 30 - 35 metri.

Figura 2) - Grafico HVSR schematico


Il grafico schematico HVSR permette di valutare meglio l'attendibilità della prova e gli effetti dei rumori ambientali (vento e rumori antropici vicini) sul sondaggio medesimo.
Un piccolo disturbo si e avuto dal vicino T. Cervo ( con scarsa portata)  che può aver generato un rumore di fondo relativamente diffuso. 

giovedì 5 febbraio 2015

Centro Geofisico Prealpino - Sismologia


Centro Geofisico Prealpino - Sismologia


Un interessante sito di sismologia

Osservatorio sismico di Campo dei Fiori.

Il Centro Geofisico Prealpino fa parte della rete INGV con la propria stazione di Campo dei Fiori fino dal 1981.
La sonda sismica attualmente in funzione è il modello broadband Trillium 40 . E' stata installata da INGV nell'Ottobre 2009 e ha sostituito la terna di sensori S13 in funzione precedentemente. I sensori sono ubicati presso l'Osservatorio Astronomico a coordinate: 45.86764 Nord, 8.76972 Est e sono collegati in tempo reale con la sala sismica di Roma di INGV con collegamento digitale. 

Post più popolari ultimi 7 giorni

Post più popolari Ultimi 30 giorni

Post più popolari da sempre

CERCATE l'argomento che vi interessa qui...... Elenco completo

.sismologia (1) accelerazione (1) accelerometri (3) acquisitor (1) acquisitore 24 bit (1) acquisitore dati 24 bit (1) acquisitore sismico (1) acquisitori (22) acquisizione (22) ACQUISIZIONE DATI (1) acustica (1) adc 24 bit (2) adconverter (5) aerei (1) Algoritmi genetici (2) allarme terremoti (3) ambiente (1) amperometro (1) amplificatori (8) analisi di spettro (8) analisi sismica (2) analizzatore audio (1) Analizzatore di spettro (2) Android e Mac OSX (1) Annunci (2) archeologia (3) arduino (11) arduino programmi (2) ASCONVERTER (1) astronomia (2) Auto Correlation (1) barometro (1) battimento (1) bibliografia (4) c# (2) cad (3) Calibrazione sismografi (1) carsismo (1) carte geologiche (1) cartografia (11) catalogo terremoti (4) cavi (1) cedimenti (1) cerca metalli (2) certificazioni energetiche (1) chimica (1) circuiti stampati (1) Clara Rockmore (1) Cobian (1) Coherence physics (1) collaudi (1) collezioni (6) comunita di geologia (1) contatore Geiger (2) Continuous Wavelet Transform (1) controlli edifici (1) conversione seg2 (1) correlazione (2) corsi (1) covarianza (1) cristallografia (2) Cross Correlation (3) datalogger (7) datalogger 24 bit (1) dataloggerthereminoStore (1) dolquake (2) domotica (1) dos (1) down hole (1) drum (1) earth quake (1) Earthquake captures (1) elettromagnetismo (2) elettronica (40) emergizzatore SEV (1) encnder (1) energizzatore (1) epicentri (12) Epicentro calcolo (1) equalizzazione (2) esac (10) etna (1) faglie (2) fessurimetri (1) fft (15) filtri (2) filtri digitali (3) filtri hardware (1) filtri software (2) fisica (1) fk (1) flessurimetri (1) fluidificazione (1) fluorescenza (1) fondazioni (3) fonometri (2) fonometria (2) fossili (13) Fotocamera infrared (1) fourier (16) frane (2) freatrimetri (1) frequenza di risonanza (1) ftan (2) geochimica (1) geoelettrica (14) geofisica (12) GEOFLUID 2014 PIACENZA (1) geofoni (17) geofoni 3d (11) geofono 3D USB (5) geologia (14) geomorfologia (1) georadar (6) geotecnica (10) geotermia (1) gis (5) glaciologia (1) gps (2) grafica (1) grafici3d (1) gratis (57) grm (2) hel dolquake (1) hvsr (42) hvsr sperimentazioni (25) idraulica (2) idrogeologia (4) ifft (5) IGM (1) impedenza (1) informatica (1) ingegneria (3) ingegneria sismica (4) interdol (1) inversione (1) leggi (1) libri (7) libro (2) linux (1) Linux (1) liquefazione (4) litologia (1) luna (1) magnetismo (1) magnetometri (11) magnetometria (7) magnitudo (1) manuale (1) Manuale acquisitore (5) manuale datalogger (10) manuale dinver (8) MANUALE DOLQUAKE (7) manuale geopsy (12) manuale sismografo (1) manuale sismologia (2) manuale tromografo (23) manuali (6) manuali sismogrago (1) mappe (2) MASR (1) masw (23) maswr (4) matcad (1) matematica (3) matlab (1) matrici (1) mercalli (1) metal detector (1) meteo (8) microcontrollore (1) microcontrollori (2) micropali (1) microtremori (28) microzonazione (2) microzonazione 2° livello (1) microzonazione 3° livello (1) minerali (10) mineralogia (14) misure di vibrazione (1) misure di vibrazzioni (1) module elastici (1) moduli elastici (2) monitoraggio (4) moto ondoso (1) multimedia (1) muri (1) musei (5) musica (1) NASA (1) negozi (3) ntc 2008 (3) ntc2008 (23) oceanografia (3) onde sismiche (2) ordini regionali (7) ortofotocarte (1) oscilloscopi (2) Overcoring (1) paleontologia (15) pali (3) pancometri (1) Paratie (1) Partitore (1) pdf (10) penetrometri (1) pericolosità sismica (5) petrografia (2) Phase correlation (1) Phase speed (1) Phase) (1) placche faglie (1) plinti (1) Portale di geologia (1) portali (1) portanza fondazioni (1) potenza (1) produttori di georesistimetri (3) produttori di geofoni (13) produttori di magnetometri (6) produttori di simografi (2) produttori di sismografi (11) produttori di tromograf (1) produttori di tromografi (13) Programma (1) programma DEPSOIL V5.1 (1) Programma EERA (1) programma ESAC (1) programma NERA (1) programma rexel (1) Programma Seisan (1) programma SSAP 2012 (1) Programma strata (1) programmazione (6) programmi (37) programmi di geofisica (18) programmi di geologia (31) programmi di sismologia (3) programmi geotecnica (1) programmi GIS (1) programmi ingegneria (1) programmi utili (8) protezione civile (1) proto 0 (1) protoripo 8 (1) PROTOTIPI (13) prototipo 1 (1) prototipo 2 (1) prototipo 3 (1) prototipo 5 (2) PROTOTIPO 6 (1) prototipo 7 (1) prototipo 8 (2) prototipo 9 (4) prova di carico (1) prova di permeabilità (1) prova di portata (1) prove di carico (1) prove inclinometriche (1) Python (2) RA (1) radar (2) radioamatori (2) radioattività (4) Radom (2) Raspberry Pi (1) remi (19) rete (1) rete sismica (8) rete sismica theremino (3) reti sismiche (1) richter (1) riflessione (1) rilevamento (1) rischio sismico (6) risonanza terremoti (1) robotica (1) rocce (1) RSL (1) rsl3 (1) scheda sonora (3) scissometri (1) sclerometri (1) SDR (1) sedimentologia (1) seg2 (1) segy (1) sensore radom (1) sensori (23) sensori accelerometrici (8) sensori di umidità (2) sensori di carico (1) sensori di cedimento (1) sensori di inclinazione (1) sensori di livello (1) sensori di portata (1) sensori di pressione (3) sensori di prossimità (1) sensori di spostamento (2) sensori di temperatura (5) sensori di umidità (1) sensori di velocità (1) sensori di vibrazione (1) sensori estensimetri (1) sensori fessurimetrici (2) sensori geiger (2) sensorI magnetometricI (1) sensori meteo (2) sensori piezoelettrici (1) sensori potenziometrici (4) sensori radom (1) sensori velocimetri (2) sensori velocimetrici (8) sensori;sensore fulmini (1) senzori (1) sev (11) sev theremino (1) sevmeteo (1) sezionisottili (1) sicurezza (1) simologia (1) sismica (24) sismica a riflessione (1) sismica a riflessione (16) sismica a rifrazione (23) sismicità (1) sismo (1) sismografi (29) sismografo (14) SISMOGRAFO 24 BIT (2) sismografo sperimentale (5) SISMOGRAFO THEREMINO (7) sismologia (63) sismologia acquisitori (11) sismometro (1) siti (1) smorzamento (1) software (1) sonda Winsor (1) spectrometro (1) speleologia (1) sperimentazioni (1) spettri di risposta (8) spettri elastici (4) spettrogramma (1) spiker's (1) spostamento (1) stabilità versanti (4) stati limite (1) statistica (2) stazione meteo (1) stazione sismica (9) stazione sismica theremino (1) stazione sismica theremino dolfrang (2) strumentazioni (19) strutturale (2) tavola vibrante (2) Teremino (2) termocamere (1) terremoti (30) terremoti in tempo reale (3) terremoti online (27) terremoto bologna (1) terremoto di amatrice (1) terremoto di progetto (5) terremoto perugia (1) terremoto rieti (1) terrenoti (1) test hvsr 02 (2) test hvsr 03 (1) test hvsr 04 (1) test hvsr 05 (1) test hvsr 07 (1) test hvsr 08 (1) test hvsr 09 (1) test hvsr 10 (1) test hvsr 12 (1) test hvsr 13 (1) test hvsr 14 (1) test hvsr 15 (1) test hvsr 16 (1) test hvsr 17 (1) test hvsr 18 (2) test hvsr 20 (1) test hvsr 21 (1) tettonica (3) theremin (1) Theremino (62) thereminoStore (7) Time Frequency (1) tiranti (1) tomografia (2) tomografia elettrica (9) tomografia magnetica (1) tomografia sismica (6) trasduttori (1) tromografi (13) tromografo (2) TROMOGRAFO 24 BIT (8) tromografo sperimentale (17) utilità (1) varianza (1) velocità (1) velocità di fase (1) verifica sismica edifici (1) vibrazioni (5) video (7) visitatori (1) visualstudio (1) vlf (1) Volmetro (1) vs (1) vs30 (6) vulcani (2) vulcanologia (1) Wave (1) zonazione sismica (38)

Google+ Badge

ultimi 30 gg